Linux conquista l’Atac: Ave Linux!

Ultimamente a Roma ci sono nuovi autobus, non tanti, ma se siete fortunati avrete il piacere di viaggiare comodi su questi nuovi veicoli. (ad esempio: 409, 163, 705, 706 e altri)

Ebbene sì…

E con i nuovi autobus c’è anche una piacevole novità: UBUNTU! Almeno per me è una novità. So che molte strutture e aziende pubbliche utilizzano sistemi operativi open source Linux, ma non mi è mai capitato di vederlo in prima persona.

Riporto la mia breve testimonianza e condivido questa scoperta con i pochi appassionati. Una mattina prendo il solito autobus per arrivare in città universitaria e “Sorpresa!”. Guardandomi in giro, invece di vedere il solito schermo spento o acceso con la scritta “Atac” o simili, vedo qualcosa di familiare e penso:

“Hey! Ma è uguale all’interfaccia grafica del mio desktop!”

Poi ci metto qualche secondo per realizzare e: “Wooooow! Figooooo…”
Durante il breve tragitto mi sono sentita più a mio agio a vedere quella schermata così familiare.
Inutile dire che ho passato tutto il tempo a fissare il monitor…

EXTRA: Piccola apologia di Linux

Premetto che non sono esperta di sistemi operativi. Tuttavia, come al solito, provo ad abbozzare una modesta considerazione. Casomai Lentozzo mi correggerà. Se ci fosse qualche errore, prendetevela con Lentozzo.

Allora… certo che me la cerco da sola…

Bene! Si parla di sistemi operativi. Sono presenti sui vostri portatili, personal computers, smartphones e altri mille dispositivi. Principalmente questi misteriosi sistemi operativi vi permettono di utilizzare facilmente (almeno si spera) i vostri dispositivi. In questo momento mi interessa la distinzione tra sistemi operativi open source e closed source. Per dare dei nomi, parliamo di Linux VERSUS Windows.

Chiariamo cosa si intende per “source” e successivamente proverò ad approfondire i concetti “open” e ”closed”. Non so quanto siate familiari con i linguaggi di programmazione: Java, C, C++, C#, HTML, PHP, Python, Ruby, Pascal… qualcosa di familiare? Tranquilli, non è una tragedia non avere la minima idea di cosa sto parlando. Provo a spiegarmi ancora meglio. Dovendo scrivere istruzioni eseguibili da un calcolatore elettronico è difficile comunicare usando il linguaggio umano. Così nel fantastico mondo informatico si comunica non tanto tramite la lingua inglese (che è ultra utile visto che è un ambiente internazionale), ma tramite numerosi linguaggi di programmazione. Ecco perché ci sono delle figure professionali che prendono il nome di “programmatore” o “sviluppatore”. Pertanto scrivere del codice significa scrivere utilizzando un linguaggio di programmazione. Un po’ più chiaro lo scenario?

Conclusa questa breve parentesi, ritorniamo al concetto di “source” o codice sorgente. Qualsiasi applicazione (sì, anche le apps presenti sul vostro smartphone) e qualsiasi software ha alla base del codice sorgente. Quello che voi vedete solitamente è una bellissima e coloratissima interfaccia, ma dietro ci sono migliaia (e spesso milioni) di righe di codice.

Ora… chi sa leggere queste righe di codice può individuare errori e/o migliorare il prodotto finale aggiungendo/togliendo/correggendo le righe di codice. Per usare una metafora extra-informatica pensate al mondo culinario. Quindi software house sta a ristorante come sviluppatore sta a cuoco e come codice sorgente sta a ricetta culinaria. (O mamma… ho appena fatto una tripla proporzione. Aiuto!)

Dunque se questa ricetta è pubblica, chiunque può provarla, migliorarla e così il risultato finale (ad esempio una torta) può risultare più buona e di qualità superiore. Certo, ci sono coloro che considerano la ricetta come un segreto di stato da non svelare assolutamente per paura che il ristorante concorrente la riproduca e quindi per non perdere guadagni a livello economico. Altri svelano parzialmente la ricetta, tralasciando l’ingrediente segreto. O ancora altri svelano gli ingredienti, ma non le quantità e/o la procedura di preparazione. Oltre al fatto che vi avrò fatto venire un po’ di fame (infatti scrivendo ho dovuto fare per forza una pausa merenda), proviamo a ricomporre la proporzione. La ricetta resa pubblica corrisponde al codice open source, mentre la ricetta considerata segreto industriale corrisponde al codice closed source. Tutto chiaro fin qui? Lo spero, perché mi sto pentendo per il coraggio o meglio l’incoscienza di affrontare un discorso di tale portata in maniera così poco autorevole e poco ortodossa…

Riprendiamo il discorso. Linux è la famiglia dei sistemi operativi open source, mentre Windows di quelli closed source.

Perché Linux è meglio?

Perché è totalmente gratuito, non ci sono costi per le licenze di utilizzo. Per un’azienda è un costo in meno da sostenere e il bilancio sarebbe più leggero da questo punto di vista. Se si considera un’azienda pubblica e il fatto che la licenza viene pagata con denaro pubblico, usare software open source come il sistema operativo Linux è un risparmio anche per il cittadino.

Perché è trasparente e modificabile. Quindi in base alle proprie esigenze, si potrebbe personalizzare il software, rispettando alcuni standard ovviamente.

Perché in caso di errori, essendo il codice di dominio pubblico, è più facile che qualcuno li noti. Inutile dire che la correzione avviene in tempi più celeri rispetto agli aggiornamenti forniti da un prodotto closed source.

Ci saranno mille altri motivi per cui Linux è okay. Ora come ora non mi vengono in mente e/o non ne conosco altri. Essendo un’apologia non parlerò degli aspetti negativi che senz’altro ci sono. Sarebbe fantastico se ci fossero cose prive di svantaggi.

Per concludere: che la conquista del mondo da parte di Linux prosegua… Ave Linux!


photo credit: Daciana Bailey

Un pensiero su “Linux conquista l’Atac: Ave Linux!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...