Tea girl – Winter edition

A grande richiesta ecco qui il sequel…

Come mai? Una volta letto l’articolo iniziale (Tea girl), un caro amico con cui tra l’altro stavo prendendo una tazza di thé mi chiese divertito:

“Ma quindi hai intenzione di proseguire con la serie, aggiungendo altri episodi? Tipo potresti aggiungere anche questo episodio qui, no?”

Sul momento risposi di no. Tuttavia pensandoci bene penso di avere altro da dire e da raccontare a riguardo. Inoltre visto che alcuni episodi accaduti successivamente li reputo abbastanza buffi e divertenti, mi sono detta: “Perché no?” Ovviamente riporterò solo gli episodi più interessanti (secondo il mio modesto parere). Dove eravamo rimasti con il conteggio? Al numero 6. Okay, allora si riparte dal numero 7!

Episodio numero 7:
Fine novembre. Quando fai ripetizioni di matematica e ti si incrociano gli occhi per numeri, lettere, incognite, parentesi tonde, quadre, graffe e frazioni, cosa c’è di meglio di una bella tazza di thè caldo? (sembra quasi uno spot pubblicitario) Bene. Questo è l’episodio emblema di quando spesso e volentieri ti vogliono offrire un caffè e tu declini l’invito con un: “Mi spiace, non lo bevo il caffè. Magari un thè caldo.” E così vedi arrivare un bel vassoio con il thè caldo e… biscottini di pasta frolla, cioccolatini, cuoricini di cioccolato e dolci vari. Sembra un paradiso. In queste condizioni potrei fare infinite ore di ripetizioni. E sì, ormai quando faccio ripetizioni, il thè caldo è quasi una costante. Ah… un aneddoto buffo è quello di una nonna che mi porta un vassoio completo di zucchero, limone, miele, dolcificante e che ci rimane male vedendo che non addolcisco per niente il mio thè caldo. Rimane stupita e chiede: “Ma come fai?!” Ovviamente qualche volta l’ho accontentata mettendo il limone e lo zucchero, giusto per vederla sorridere soddisfatta perché secondo lei un thè senza limone e zucchero non è un buon thè.

Episodio numero 8:
Inizio dicembre. Periodo natalizio, la gente impazzisce andando in giro per i centri commerciali in cerca di regali. Beh… in mezzo a tutta questa confusione, cosa c’è di meglio di una bella tazza di thè in compagnia? (ci ho preso gusto con lo spot pubblicitario) Questa volta presso il bar di una nota catena di mobili scandinavi. Ore 17 davanti ad un vassoio con il thè caldo (no, bollente), limone, 4 bustine di zucchero (zucchero di canna), due biscotti giganti (diametro di 10 centimetri per essere precisi) e una fetta di torta per l’insaziabile amico di thè caldo. Due chiacchiere, tante risate e l’amico che mi frega le 2 bustine di zucchero che comunque non avrei utilizzato e che si lamenta che il thè gli fa venire l’abiocco.

Episodio numero 9:
Metà dicembre. Avete presente quei periodi stressanti e pieni di impegni? Così pieni e carichi che non riuscite nemmeno a vedere gli amici più cari. Ecco dunque che dedico quest’episodio ad una cara amica. Ci abbiamo messo un mese per organizzare per vederci e passare qualche ora di un pomeriggio domenicale davanti ad una bella tazza di thè. A dire il vero non era previsto che ci fosse il thè, ma visto il menù e causa freddo, entrambe abbiamo ordinato una bella tazza calda di thè ai frutti rossi. E’ stata molto buffa la cameriera che nel chiedere l’ordinazione ha fatto un lungo elenco dei vari thè soffermandosi in maniera divertente sulle tisane e sugli infusi per… dimagrire. L’abbiamo resa molto felice ordinando entrambe un thè ai frutti rossi, della serie: “basta poco per rendere felici le persone”.

Episodio numero 10:
Giorno di Natale. Pranzo di Natale, giro in bici di due ore (non continue) e poi una bella tazza di thè caldo giusto per riscaldarsi e per rilassarsi. (approfondirò per bene l’argomento bici a tempo debito e nella categoria più adatta)

Episodio numero 11:
Fine dicembre. Questo è il thè dedicato ad un’amica roscia. Invece di uscire e passeggiare all’aperto, si decide di rimanere a casa al calduccio davanti ad una tazza di thè al gelsonimo. Ad accompagnare ci sono biscotti con le mandorle e con farina di farro e crostata con le marmellata alle prugne. Si fanno riflessioni di tutti i tipi. Effettivamente prendere un thè è un rituale a tutti gli effetti. Molto meglio e più lento del rituale del caffè al bar. Bisogna riscaldare l’acqua. Prendere le tazze. Sono fiera di mostrare alla mia amica la tazza con Sponge Bob che mi ha comprato mamma. Poi c’è la scelta del thè. L’acqua bolle. Si versa l’acqua nelle tazze e si aspetta che l’infusione abbia effetto. Poi si riscaldano le mani, mettendole intorno alla tazza bollente. Con calma, si chiacchiera e il tempo passa.

Episodio numero 12:
Fine dicembre. E sì, dopo una bella spesa per il cenone di Capodanno, cosa c’è di meglio di una bella tazza di thè? Io thè verde, il collega di spese thè al limone a temperatura ambiente (bevanda e non infuso per intenderci) e dolcetti (bombolotto e dolce al cioccolato e alle mandorle).

Episodio numero 13:
Ultimo dì di dicembre. Thé caldo per riscaldarsi dopo 3 ore di viaggio e prima di preparare il cenone di Capodanno: bruschette al salmone, lasagna e tiramisù…

Episodio numero 14:
Inizio gennaio. Shopping intenso dalla mattina alla sera. Vuoi mettere due tazze di thè con un biscotto al cioccolato e un tortino alle mele? E Wareek che si lamenta per il fatto di non avere una teiera e che l’acqua è troppo poca…

Episodio numero 15:
Seconda settimana di gennaio. Thè caldo con le Grazie (e sì, ragazzi, faccio parte del trio delle Grazie). Dolce con lo yogurt e gocce di cioccolato, Dio benedica la Grazia roscia che è una pasticciera e anche cuoca coi fiocchi! Una sorta di dolci per il carnevale con la marmellata alle prugne. Insomma roba fatta in casa. A chiacchierare, a ridere e a prenderci in giro scherzosamente.

Episodio numero 16:
Metà gennaio. Si va in un locale arabeggiante. Le Grazie ordinano il narghilè, io un bel thè al lampone e ribes. Loro per solidarietà ordinano anche il thè, io invece non ricambio con il narghilè.

Epilogo
Come vedete, la tea girl è una tea girl doc. Poi quando sono raffreddata, in pratica bevo più thè caldo di acqua. Fortunatamente mamma ha comprato il thé senza caffeina, altrimenti sarebbe stata la fine per quei periodi di forte consumo di thè.

I am tea addicted!

to be continued… (maybe)

Annunci

3 pensieri su “Tea girl – Winter edition

  1. Mi hai fatto scoprire che anche nel the c’è la caffeina! O meglio che teina e caffeina sono sinonimi, se ho capito bene.

    Comunque ho i stessi gusti della nonna, the al limone zuccherato 😀

    Mi permetto di parafrasare un noto detto in “Chi beve the a Capodanno, beve the tutto l’anno!” 😛

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...