Misteri, dilemmi e problemi (semiseri) con lo streaming

Avere una buona connessione ad Internet permette la visione di film & telefilm. Sì, in teoria. A meno che non siate come me. Io vado pazza per i film francesi. Ed è una e vera e propria avventura riuscire a trovare un link valido per il download o per lo streaming.

  • Tutto ha inizio un sabato sera con una semplice googlata del titolo in italiano seguito da “streaming”. Tantissimi link, peccato che il 99% siano finti o presentino la classica pagina “registrati inserendo il numero della tua carta di credito”.
  • Chiedo ad un amico molto più pratico di me se riesce a trovare un torrent valido. Risposta affermativa, ma pesa 12 GB e non ha feedback, quindi per me è un link sospetto. Ottimo… Per il sabato sera, mi metto in pausa.
  • Domenica mattina. Tra un esercizio e un altro, penso all’idea di vedere quel film come premio. E’ un film che è uscito nel 2014 ed è stato proiettato nelle sale italiane più di 3 mesi fa. Un po’ ci rosico per essermelo perso. A dire il vero, avevo in programma di fare un bagno caldo e rilassante, ma comunque inizio a cercare nuovamente lo streaming. Questa volta cerco il titolo in lingua originale. Stessi risultati, ma un link valido stavolta c’è. E’ lo streaming in madrelingua del film in questione. Io non parlo francese, ma una soluzione al mio piccolo problema c’è: sottotitoli.
  • Cerco i sottotitoli in italiano e ovviamente non li trovo. Li cerco in inglese e ovviamente li trovo. Li scarico immediatamente.
  • Arrivata a questo punto, il problema è riuscire a visionare lo streaming e ad integrare i sottotitoli. Problema banale che un nerd riuscirebbe a risolvere in 5 secondi o al più in 5 minuti. Io invece non sono una nerd… Inizio usando Chrome come browser. Ipotizzo che ci sia un plugin per integrare i sottotitoli ad un video online. Cerco in fretta e furia e non lo trovo.
  • Mi viene in mente un’idea migliore: cercare un plugin per scaricare il video in streaming. Su Chrome non riesco ad avere successo. Delusa e senza scoraggiarmi cambio browser e passo a Mozilla. Ripeto la ricerca del plugin in questione e questa volta ho successo. Parte il download di poco più di 400 MB, tempo stimato 25 minuti. Sono curiosa se la qualità del video sia buona, se effettivamente sto scaricando un contenuto valido e non altro. Invece di andare a fare un bagno caldo, lasciando che il download faccia quello che deve fare, preferisco aspettare. Nel frattempo arrivano i ladri e provano a smontare la serratura. Una storia assurda che prima o poi racconterò. Fatto sta che per tutta la giornata non so cosa abbia scaricato tramite il plugin di Mozilla. E’ quasi mezzanotte e il giorno successivo sono convocata in tribunale per una direttissima. Quindi per rilassarmi decido di vedere finalmente questo benedetto film.
  • Faccio partire il video con GNOME MPlayer. Tutto sembra in regola (video e sottotitoli). Peccato che la visualizzazione del video sia in scala 600 x 370 pixels. Troppo piccolo. Provo a smanettare sulle impostazioni, ma non ci riesco in nessun modo a cambiare le dimensioni. Mi viene il dubbio che sia colpa del plugin di Mozilla che ha scaricato di default il video secondo queste dimensioni. Provo anche a usare il comando da terminale ffmpeg per cambiarle almeno a 800 x 400. Prima installo la libreria e i pacchetti annessi. Poi faccio partire la riga di comando con i parametri del caso. Purtroppo mi dà un po’ di problemi. Senza stare a leggere le notifiche in rosso, penso ad una soluzione migliore: cambiare player, passare a VLC!
  • A quanto pare, VLC non è presente tra i programmi basilari del mio sistema operativo. Quindi mi tocca scaricarlo dal software center. Nessun problema, si scarica tranquillamente. Poi faccio partire il video e miracolo. Il video occupa tutto lo schermo, come Dio comanda. A questo punto corro in cucina, preparo una bella camomilla calda, prendo una fetta di crostata con ricotta e cioccolato e mi accomodo davanti allo schermo. Tutto va bene, se non che i sottotitoli non sono sincronizzati.
  • Ci perdo 15 minuti nel tentativo di sincronizzare video e sottotitoli, ma a quanto pare il ritardo non è costante. Arrivo a modificare manualmente e ad impostare fino ad 8 secondi di differenza tra audio e sottotitoli. Poi mi scoccio e decido di cercare altri sottotitoli. I secondi sono migliori, anzi perfetti.
  • Peccato che sia mezzanotte inoltrata e tempo 8 ore devo partire per il tribunale. Ma di ritorno, non avrò più problemi a vedere questo benedetto film…

Considerazione finale:
Dopo più di una giornata di test, ipotesi, prove e tentativi, il mistero è stato risolto. Certo, ho perso tanto tempo, ma amen, ho evitato di ritrovarmi i ladri dentro casa mentre facevo un bagno caldo. Sono imprevisti che capitano quando una ha voglia di vedersi un film francese. Certo, non mi aspettavo di avere a che fare con dei ladri, ma se vuoi vedere un film, la vita stessa somiglierà ad un film…

#I’mAproblemSolver,Baby! #diagnosiDiagnosiDiagnosiSoltantoDiagnosi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...