La saga degli ibridi: favore

– “Roma quando torni?

– “Fine mese, Bergamo. Tra due giorni parto per Milano.

– “Come fine mese? Così tardi?! Roma, mi faresti un piacere?

– “Dimmi, Bergamo.

Continua a leggere

Annunci

Kiki consegne a domicilio

– “Kiki, hai deciso quando partirai? Prima o poi dovrai pure deciderti! Non puoi continuare a rimandare in eterno! Pensaci per tempo!” – stava dicendo una voce di donna, in tono di rimprovero.

[…]

– “Arrivederci!” – gridò ancora una volta, e puntò rapidamente verso l’alto.

Da lassù si vedevano le mani degli amici che continuavano ad agitarsi in saluto, poi anche quelle divennero un’immagine confusa e le luci della città cominciarono a scintillare come un altro cielo stellato sotto di lei.

 

Continua a leggere

Lacci

Ero giovane, mi sentivo attratta, non sapevo quanto è casuale l’attrazione. Per anni non sono stata felice, ma nemmeno infelice. Ho capito tardi che mi incuriosivano gli altri nè più nè meno di quanto mi avevi incuriosito tu. Mi guardavo intorno disorientata. A ogni occasione – mi dicevo – potrei avere un amore: è come la pioggia, una goccia urta a caso contro un’altra goccia, si forma un rigagnolo. Basterebbe insistere nella curiosità iniziale, e la curiosità diventerebbe attrazione, l’attrazione crescerebbe fino a indurre al sesso, il sesso imporrebbe la ripetizione, la ripetizione fonderebbe una necessità e un’abitudine.

Continua a leggere